Quella del carciofo, il cui vero nome è Cynaria Scolymus, è una coltivazione molto diffusa nei paesi del Mediterraneo, soprattutto in Italia.
L’assunzione dei carciofi sembra non avere effetti collaterali, anzi è una risorsa preziosa, una miniera di principi attivi ed anche di qualità terapeutiche contro colesterolo, diabete ed ipertensione.
Eccezionale per la presenza di un numero esiguo di calorie, l’assunzione dei carciofi è consigliata nelle diete, in virtù delle sue proprietà regolatrici dell’appetito, e nell’adozione di un corretto stile di vita per avversare gli antipatici inestetismi della cellulite.
Molto ricchi di fibre, i carciofi, contengono una buona quantità di calcio, fosforo, magnesio, ferro e potassio.

 

Consigli d’uso

Gustosi, dal sapore delicato ma deciso, tendenzialmente orientato al dolce, i carciofi sono, nella tradizione culinaria nazionale, un classico da servire in tavola.
I carciofi, dal sapore deciso ma discreto, sono ottimi da gustare assoluti o da accompagnare ad altri sapori, anche se strutturati: sono un perfetto ingrediente con cui elaborare dei primi gustosi, o possono essere un accompagnamento discreto e delicato per secondi di carne e di pesce. Nel suo essere versatile, i carciofi si prestano anche a fare da apripista al pranzo o alla cena, mostrandosi impeccabili anche nella versione antipasto.